sabato 12 ottobre 2019

Crostata mele cotogne e cioccolato


Lo spunto per questa meravigliosa crostata l'ho trovato su un blog che seguo: cercavo un dolce per il mio compleanno, ma non un dolce qualsiasi, qualcosa che mi somigliasse nel carattere e non appena ho letto la ricetta, mi sono detta:- Questa sarà la mia torta! Grazie ad Ada di http://www.sicilianicreativiincucina.it/


Mi sono concessa delle variazioni ma il risultato è stato fantastico. Ho preparato una pasta frolla al cioccolato con 200 g di farina 00, 100 g di burro, 100 g di zucchero, 2 tuorli, un cucchiaio di cacao amaro.


L'ho messa in frigo per due ore prima di stenderla e foderare la tortiera. Ho fatto cuocere per 20 minuti a 180°.


Ho preso 3 belle mele cotogne dal mio albero, le ho sbucciate, private del torsolo e tagliate a pezzetti.


Le ho messe in un pentolino aggiungendo 3 cucchiai di zucchero, un bicchiere di passito di Pantelleria e mezzo bicchiere d'acqua, un pezzo di cannella, due chiodi di garofano e una scorzetta di limone. Ho fatto cuocere fin quando il liquido è evaporato.


Ecco il risultato: faccio raffreddare.


Prendo quindi la mia base di frolla che intanto si è raffreddata.


Vi distribuisco sopra della confettura di cotogne che ho preparato in questi giorni.


Adagio sopra le mele cotogne che prima ho fatto cuocere.


Ricopro con una bella ganache che ho preparato facendo fondere 250 g di cioccolato fondente con 250 ml di panna e 10 g di burro.


Metto in frigo un paio d'ore e poi la gusto con un bel ciuffo di panna montata: meravigliosa!

giovedì 10 ottobre 2019

Grissini rustici ai semi

 


Mi capita spesso di dover rinnovare il mio lievito madre ma non avere in programma un lievitato in particolare; mi dispiacerebbe però buttare l'esubero di pasta madre, per cui molto spesso preparo questi grissini rustici, la cui preparazione consente di essere effettuata nei ritagli di tempo che mi rimangono liberi dal lavoro. Di solito li preparo in 3 step: dopo pranzo impasto, lievitazione nel pomeriggio, cottura mentre preparo la cena. Vario moltissimo con diversi tipi di farina (spesso unisco i rimasugli) e diversi semi. 
Ingredienti: 200 g di esubero di pasta madre, 250 g di farina integrale (semola di Russello o Tumminia o farina 00 integrale, ...), 100 g di acqua, sale, tre cucchiai di olio extravergine d'oliva, i vostri semi preferiti (girasole, sesamo, zucca, papavero....).


Mettete in planetaria ( si può fare benissimo a mano, ma io come vi ho detto prima, devo ottimizzare i tempi) il lievito e l'acqua, quindi aggiungete la farina.


Da ultimi il sale e l'olio.



Infine unite i vostri semi preferiti : nella prima foto sono semi di girasole, nella seconda invece ho messo sesamo, lino, papavero e finocchietto. Fate dare gli ultimi giri di macchina e ponete in una ciotola a riposare.


Quando sarà raddoppiato l'impasto, riprendetelo e spianatelo con un mattarello ricavandone tante strisce.



Con le mani date una rapida forma a cordoncino e mettete su una teglia ricoperta di carta da forno. Fate lievitare per un'altra mezz'ora e infornate a 180° per 20 minuti, poi spegnete  e lasciate asciugare i grissini nel forno facendo uno spiraglio, in modo che l'umidità possa fuoriuscire.


 Io li conservo in una scatola di latta ma non durano tanto!

venerdì 4 ottobre 2019

Sbriciolata senza burro e senza uova ai fichi


Per gli amici intolleranti o per quelli che hanno scelto un regime alimentare particolare, ecco una sbriciolata integrale ai fichi. Niente di più semplice e veloce e vi posso assicurare che il gusto non risente affatto dei due ingredienti assenti.
Ingredienti per la frolla: 200 g di farina integrale, 60 g di olio di semi, 50 g di sciroppo di mandorle, cannella, buccia d'arancia o di limone grattugiata, 50 g di zucchero integrale di canna, 1 cucchiaino scarso di lievito.
Ingredienti per il ripieno: 500 g di fichi freschi o in alternativa 200 g di confettura di fichi.




Impastare velocemente gli ingredienti fino ad ottenere delle grosse briciole.
Stenderne metà sul fondo di una tortiera a cerniera e compattate con le mani (vi consiglio di mettere sul fondo della carta da forno).

                                      


Ricoprire con i fichi a pezzettoni (potete lasciare anche la buccia, se siete sicuri della provenienza).


Ricoprite con le briciole rimaste e infornare a 180° per 30 minuti.


 Meravigliosa per colazione, merenda o per tutti i  vostri momenti di dolcezza!

giovedì 26 settembre 2019

Un cestino di bignè


Non sono altro che dei semplici bignè serviti dentro una cialda che funge da contenitore, niente di più semplice ma nello stesso tempo gradevole come presentazione. Quella della foto non rappresenta una monoporzione naturalmente, ma se volete potete realizzare le cialdine un po' più piccole in modo che possano contenere 3 bignè.
Ingredienti per la pasta choux: 185 g di acqua, 165 g di burro, 175 g di farina 00, 25 g di latte intero fresco, 270 g di uova intere, 1 pizzico di sale.


Mettete in una pentola l'acqua, il latte e il burro; quando starà per raggiungere l'ebollizione, versate in un sol colpo la farina, continuando a mescolare. Quando l'impasto sfrigolerà e tenderà a staccarsi dalle pareti della pentola, toglietelo dal fuoco. Fate raffreddare un pochino e mettete l'impasto in planetaria (oppure va benissimo anche una frusta elettrica).


Incorporate le uova poco a poco fino a quando l'impasto non le avrà ben assorbite.


Mettete l'impasto in un sac à poche.



Formate su una placca da forno i bignè; un consiglio che si è rivelato risolutore per la buona riuscita dei bignè: non dovete imburrare assolutamente la teglia. Appena cotti e freddi, si staccheranno da soli. Infornare a 200° per i primi 10 minuti e proseguire a 180° per altri 15. Spegnere il forno e lasciare i bignè dentro, lasciando il forno socchiuso in modo che possa fuoriuscire tutta l'umidità.


Realizziamo le cialde con questi ingredienti:  (per circa 6 cialdine) 90 g di zucchero, 90 di farina 00, 90 di burro, 2 albumi.
Impastare il burro fuso con lo zucchero, aggiungere gli albumi montati quasi a neve e la farina. Fate riposare la pastella in frigo per una mezz’oretta.

Su una placca da forno rivestita di carta, spalmate con il dorso del cucchiaio, la pastella in modo da formare dei cerchi. Infornare e vigilare: appena il bordino dei cerchi diventa bruno, sono pronte! (8/10 minuti circa).


Prendeteli uno ad uno e poneteli su un bicchiere rovesciato; con le mani modellate come potete (sono molto calde!). Fate raffreddare.
Farcite i bignè con crema pasticcera o crema al mascarpone e rotolateli nella panna montata. Sistemateli dentro ogni cestino e completate con scaglie di cioccolato e granella di pistacchio.



sabato 21 settembre 2019

Crostata d'Autunno gluten free

 

      Inizia l'autunno, stagione dai colori di velluto e dai sapori morbidi; l'ispirazione arriva da ogni      angolo, data l'abbondanza di frutti e prodotti della terra.
      Per dare l'avvio alla nuova stagione con dolcezza, ho preparato per voi una crostata                 speciale,  con il giusto mix tra croccantezza, dolcezza, acidità; speciale soprattutto perchè è   un dolce senza glutine, quindi davvero adatto per tutti senza che un'intolleranza ci possa   dividere.
     Ingredienti della frolla: 200 g di farina di riso, 50 g di maizena, 1 uovo, 130 g di zucchero   semolato, scorza o polvere d'arancia, 130 g di burro freddo oppure 90 g di olio di       semi  (se   volete l'opzione vegana).




Impastare velocemente gli ingredienti, formare un panetto e far riposare in frigo almeno un'ora.
Ingredienti per il ripieno: 300 ml di latte, 1 tuorlo, 30 g di amido di mais, 80 g di zucchero, vaniglia
per la versione vegana invece: 300 ml di latte di mandorla, 80 g di zucchero, 30 g di amido di mais, scorza di limone.



Cuocete la crema e fate raffreddare, mescolando ogni tanto per evitare la formazione di grumi.

Per il ripieno alle mele: 4 mele, 80 g di zucchero di canna, succo di limone, cannella.
Tagliate le mele a pezzetti molto piccoli e unite gli altri ingredienti; fate insaporire qualche minuto.


Prendete la frolla dal frigo e stendetela: la cosa non risulta molto facile in quanto, non essendo elastica, si sfalda molto facilmente. Realizzate due dischi per la tortiera e delle strisce per i bordi laterali.


Utilizzate una tortiera a cerniera; spalmate sulla frolla un velo sottilissimo di marmellata a vostro gusto (io ho utilizzato quella alle pesche tabacchiere fatta in estate).

                                     

Versate la crema ormai fredda


e dopo le mele.


Chiudete la crostata con l'altro disco di frolla sigillando bene i bordi. Spalmate sulla frolla un altro velo sottilissimo di marmellata e completate con 50 g di mandorle a lamelle.


Si possono realizzare anche delle simpatiche tortine mono porzioni.


Mettete in forno a 180° per 30 minuti. 


Servite fredda.