lunedì 18 febbraio 2019

Trota salmonata al forno con patate



Vivo in riva al mare, si può dire, e il pesce che cucino è sempre quello del nostro Mediterraneo; molto spesso è quello pescato dai  pescatori del mio piccolo paesino e le ricette sono quelle della tradizione.  Ho avuto però l'occasione di acquistare delle trote in un allevamento della mia provincia e oggi vi voglio proporre la ricetta che ho realizzato. La differenza tra il pesce d'acqua dolce e quello di mare è notevole, però ho potuto apprezzare il gusto di queste trote.


Essendo di dimensioni medie ho calcolato una trota ogni due persone. L'ho sfilettata togliendo tutte le lische.

Ho marinato leggermente i fletti con olio extravergine d'oliva, sale, pepe e foglioline di timo. Li ho disposti su una teglia.


Ho ricoperto le trote con sottili fette di patate anch'esse salate, unte di olio e insaporite con pepe e rametti di rosmarino. Ho fatto cuocere in forno per 20 minuti a 180° .


Quando le patate saranno dorate in superficie, il piatto è pronto.


Buon appetito!

venerdì 15 febbraio 2019

Bacio pantesco




Il nome di questo dolce, così romantico ed evocativo, racchiude la dolcezza e la bellezza della Sicilia ed in particolare dell'isola di Pantelleria alla quale fa riferimento. E' infatti il dolce tipico di questa isola meravigliosa, tanto semplice  quanto speciale. Perfetto per il periodo carnevalesco in cui impazzano i dolci fritti, ma anche come dolce di fine pasto, friabile e vellutato.
Ingredienti per le cialde: 2 uova, 120g di latte, 150 g di farina 00, 2 g di lievito per dolci, cannella.
Amalgamare questi pochissimi ingredienti in una ciotola. Come potete notare non c'è zucchero.





Fate riposare l'impasto per qualche minuto.


Le forme eleganti di queste frittelle sono ricavate con degli stampi particolari (io li ho trovati nell'immenso archivio culinario di mia suocera). Questi attrezzi consentono di realizzare con molta facilità questi bellissimi dolcetti.


Fate riscaldare lo stampino nell'olio bollente (arachide), quind intingetelo nella pastella senza far oltrepassare il bordo.


Immergete quindi il ferro nell'olio caldo: in pochi secondi la frittella si staccherà da sola. Rigirate le frittelle in modo che possano cuocere da entrambi i lati.



Fate asciugare le frittelle su carta da cucina. Queste cialdine vanno farcite poco prima di gustarle altrimenti si perderebbe la caratteristica croccantezza.


Per farcirle si può optare per crema pasticcera o crema di ricotta; io preferisco la seconda.
Ingredienti: 500 g di ricotta, 150 g di zucchero a velo, buccia grattugiata di limone, cioccolato in scaglie, cannella.
Lavorate bene gli ingredienti fino a raggiungere una consistenza vellutata. Mettete la crema in un sacàpoche e farcire le frittelle, completando con un'altra gemella sopra. Spolverate di  zucchero a velo e servite! Sublimi!



mercoledì 13 febbraio 2019

Biscotti di San Valentino


Volete far sorridere il vostro amore e riconquistarlo con tenerezza? Giochiamo a tornare bambini con questi biscottini da sgranocchiare insieme, con un buon bicchiere, sul divano di casa vostra in assoluta tranquillità. Il messaggio da legare ad ogni morso inventatelo voi: potrebbe essere un invito a metter su famiglia per chi ancora è giovane o un modo simpatico per coinvolgere i pargoli qualora ci siano e per San Valentino nessuno ce li tiene ( in quel caso prevedete un numero più alto di biscotti).


Preparate una frolla classica (o rimediate quella surgelata); mettetela a riposare in frigo e dopo un'ora tiratela con il mattarello in una sfoglia sottile.


Ritagliare su un cartoncino le sagome di due bambini e riportatele sulla pasta; ricavate anche piccoli cuoricini o fiorellini. Infornate e controllate il forno perchè dovrete tirarli fuori prima che comincino a scurirsi. Siccome la frolla è sottile bastano pochi minuti. Fateli raffreddare.


Intanto preparare una ghiaccia con zucchero a velo , pochissimo albume montato a neve ( due cucchiai) e succo di limone. Mescolare fino ad ottenere un impasto che fa il "filo". Dividete l'impasto in tante ciotoline quanti sono i colori che volete ottenere ( io ho usato coloranti alimentari in polvere). Con una spatolina o una siringa per dolci con la bocchetta sottile decoriamo i nostri bimbi a nostro piacimento. Per il marrone ho usato il cioccolato fondente che è un ingrediente fondamentale quando c'è di mezzo l'amore.


Aggiungete qualche particolare romantico e voilà... buona serata!

venerdì 8 febbraio 2019

Crostata dell'amore al cocco, pistacchio e arancia




Questa crostata fantastica l'ho realizzata per la cena di San Silvestro: mi è piaciuta moltissimo, per cui ho deciso di riproporla per la festa di San Valentino. E' un misto di dolcezza, aromaticità, croccantezza e sensualità, requisiti che ne fanno una crostata dell'amore come l'ho voluta chiamare.
Dovremo realizzare 4 preparazioni: la frolla per la base e per i biscottini che serviranno da decorazione, il financier al cocco che è lo strato intermedio, la crema per la farcitura superiore e la glassa per i biscottini.

                                      

Ingredienti per la pasta frolla all'arancia: 240 g di farina 00, 40 g di farina di mandorle, 150 g di burro, 50 g di zucchero a velo, 1 uovo, un pizzico di sale, buccia d'arancia grattugiata.
Impastare velocemente gli ingredienti e far riposare in frigo per un'ora.

                                      

Stendere la pasta e ritagliare un disco per rivestire la nostra tortiera.

                                      


Pareggiate i bordi e bucherellate la superficie con una forchetta. Per evitare che si gonfi durante la cottura, coprite con un foglio di carta da forno e versatevi sopra o del riso o dei legumi secchi. Fate cuocere a 160° per venti minuti.


Con la pasta che avanza ricavate tanti biscottini dalle forme più svariate secondo il messaggio che volete far passare. Fate cuocere anche questi per 10 minuti a 160°.


Ingredienti per il financier al cocco: 80g di cocco rapè, 25 g di farina 00, 40 g di farina di mandorle, 75 g di zucchero, un cucchiaino di lievito, 120 g di albume, 110 g di burro, un cucchiaio di miele, un pizzico di sale.

                                      

Mettere tutti gli ingredienti in polvere in un robot da cucina.


Pesare l'albume, aggiungerlo e azionare il robot per far amalgamare.


                                      

Aggiungere il burro fuso e continuare ad impastare.


Riempire la base con l'impasto ottenuto e passare nuovamente in forno per 15 minuti a 160°. Lasciare raffreddare.


Ingredienti per la crema al pistacchio: 300 ml di latte, 300 ml di panna, 50 g di amido, 150 g di zucchero, scorza d'arancia, 150 g di pasta di pistacchio di Bronte, 4 g di gelatina in fogli, 1 cucchiaino di miele d'arancio.
Fate bollire la panna e il latte con la scorza di un'arancia. Versate sull'amido mescolato con lo zucchero, amalgamate bene e fate addensare sul fuoco. 

                                      

Togliete dal fuoco e aggiungete la pasta di pistacchio e la gelatina ammollata e strizzata. 




                                     

Mettete quindi la crema a raffreddare in una ciotola coperta dalla pellicola a contatto.



 

Mettete la crema in un sacàpoche e farcite la superficie della crostata. Io ho utilizzato una bocchetta a nastro per realizzare queste onde.


Ingredienti per la glassa:  50 g di zucchero a velo,gocce di succo di limone, coloranti alimentari in polvere. Aggiungete nello zucchero alcune gocce di limone gradatamente fino ad ottenere una consistenza cremosa ma non troppo liquida. Colorate con un pizzico di colorante per ottenere un bel rosso brillante. Decorate i biscottini servendovi di una siringa per dolci. Fate rapprendere la glassa.



Decorate la crostata con i biscottini, con granella di pistacchio, con polvere d'arancia: il colore arancione esalterà il verde pallido della crema al pistacchio.


Buon San Valentino a tutti coloro che sanno amare!

mercoledì 6 febbraio 2019

Tartare di calamaretti marinati agli agrumi


Il piatto di oggi può costituire una entrée in una cena a base di pesce o anche un secondo se abbinato all'insalatina di sedano e mele. E' molto delicato nel gusto e piacerà a tutti gli amanti del pesce e dei molluschi  marinati. Bisogna procurarsi dei calamari piccoli (in quanto più teneri) e freschissimi.
Ingredienti: calamari 500 g, due arance, 1 limone, sale, pepe, olio extravergine d'oliva.


Lavate i calamari puliti, apriteli, togliete la pelle e tagliateli a piccolissimi pezzetti.


Metteteli in una ciotola, conditeli con il succo di un'arancia e un limone, sale e pepe. Fate marinare per un paio d'ore in frigo.


Sgocciolateli bene e condite ulteriormente con olio extravergine d'oliva e prezzemolo.



Come contorno trovo che si abbini molto bene ad una insalatina di sedano e mela Smith, conditi con olio e succo di limone.


Impiattate la tartare con l'insalatina e alcuni spicchi d'arancia pelati a vivo.


Buon appetito!